Lo Zen nella cultura giapponese: il maestro Dogen e il suo tempo

Atti del Convengo: Firenze, 5-6-7 aprile 2019

Si parla spesso di filosofia e religione Zen in Occidente ma la figura più importante, quella che lo ha definito e trasmesso sino ai giorni nostri, rimane per lo più sconosciuta. Il convegno di Firenze è stato organizzato precisamente con lo scopo di inquadrare la figura di Dōgen zenji tra i maggiori Maestri e pensatori giapponesi.

Nella cultura del suo tempo, nel periodo Kamakura, nasce un nuovo Buddhismo con scuole che offrono un originale modo di intendere l’insegnamento del Buddha. Tra queste la Scuola Zen, che ha svolto un ruolo di primo piano nella trasmissione del Dharma, così come nel campo della cultura, stimolando lo sviluppo delle arti e del pensiero.

Dōgen zenji, che fu tra i protagonisti di questa rinascita religiosa e culturale, è un uomo profondamente legato al suo tempo. Per questo si è voluto proporre un approccio alla figura del Maestro che considerasse gli aspetti salienti storici, letterari, culturali del periodo Kamakura. E’ in quel contesto che si crea lo spirito e la condizione che dà origine allo Zen di Dōgen.

In Occidente questa influenza fa ancora sentire la sua importanza in molti ambiti della contemporaneità artistica, dalla poesia, alle arti figurative, alla moda, al design. Spesso forse è una conoscenza che può aver frainteso e scarsamente approfondito molti aspetti ma, sicuramente, ha contribuito alla nascita di creazioni di alto livello, che hanno recepito una parte consistente di una cultura lontana dalla nostra, facendone tesoro in un inedito e proficuo confronto.

Autori Vari: Tollini, Marradi, Sangermano, Raspa, Ōno, Sagiyama, Nomura.

ISBN 9788894199451

Prezzo di copertina: 13,90

Pagine: 120 con illustrazioni

Formato: 17×24 cm.

Realizzato con il contributo 8×1000 dell’Unione Buddhista Italiana

COMPRALO SUBITO

Per informazioni, ordini o prenotazioni: info@bioguida.com