il Grembo Armonico…

il Grembo Armonico…

Il “Grembo Armonico“ è un modo nuovo di vivere la gravidanza e la vita prenatale e di progettare il futuro del bambino.

Tutto il lavoro compiuto dalla madre con la voce e con la musica, nella fase prenatale e postnatale, rappresenta un’ eccellente forma di protezione del sistema neurocerebrale (e quindi immunitario) del piccolo che è agli albori. Il canto, la musica, il suono, sono degli straordinari strumenti, anche per lo sviluppo neuro-sensoriale, emotivo/affettivo e intellettivo del feto e del nuovo nato, e rappresentano un supporto per la prevenzione verso quelle forme di depressione, di situazioni stressanti e di disagio che spesso colpiscono la donna prima e dopo il parto.

Il percorso “Grembo Armonico“, è pensato proprio come sistema di prevenzione per la salute della madre e del piccolo, ed è il frutto di un trentennale lavoro

sulle potenzialità “terapeutiche” del suono e del canto, nonchè la conseguenza di oltre 30 anni di ricerche, studi, sperimentazioni e conferme realizzati dai centri più prestigiosi d’Europa e degli Stati Uniti. Potremmo condensare questi trent’anni di studi in poche parole del prof. Imbasciati dell’Università di Brescia: “il feto ci ascolta e impara”.

Grazie agli esercizi contenuti nel “Grembo Armonico”, la futura mamma viene guidata in un percorso di rilassamento di corpo e mente che le permetterà di vivere con più serenità i mesi dell’attesa e di controllare meglio i suoi livelli di ansia, utile anche nella fase del travaglio.

Nell’opera, due CD sono riservati invece esclusivamente alla stimolazione fetale, e contengono microstrutture musicali di pochi secondi, che progressivamente aumentano di durata, evolvendosi poi con il trascorrere delle settimane di sviluppo fetale.

musica-bambiniTra madre, padre e nascituro, si potrà instaurare un rapporto intenso, e profondamente gratificante e i genitori saranno così pronti ad incontrare alla nascita, quella persona che hanno già imparato a conoscere, e verso la quale sono abituati ad adottare un comportamento di vera accoglienza.

Dopo la nascita le stesse musiche potranno essere riproposte di nuovo al bambino, che avendone memoria le riconoscerà, ricavandone ancora un prezioso nutrimento. Avendogli permesso di sviluppare le sue prime basi di emotività già nella pancia, le stesse musiche lo aiuteranno meglio ad avviarsi sul sentiero dei sentimenti, la base per il futuro fiorire del concetto di “relazio

ne affettiva” e di “coscienza di sé”.

Per maggiori informazioni:

http://gremboarmonico.wordpress.com

Cell. 338.6250217 (Claudia Boni)