Zodiaco, eros e amore

Zodiaco, eros e amore

di Roberta Giurissevich – astrologa

(tratto da BioGuida n.40 – Primavera 2013)

astrologia2Se il segno zodiacale e i pianeti che transitavano nel cielo al momento della nascita sono in grado di determinare a un livello molto profondo la personalità e il destino individuale, possono influire anche sul nostro modo di amare, di sedurre, di essere nel rapporto con l’altro e di avvicinarci al piacere?

Premesso che in astrologia non esiste il “segno puro”, ma che, in base alla sintesi delle energie che compongono il tema di nascita, ciascun oroscopo è contraddistinto dall’integrazione di un vasto numero di elementi in sinergia tra loro, ecco qui di seguito un excursus del comportamento amoroso segno per segno.

L’ARIETE, primo segno di fuoco, governato da Marte, è fondamentalmente impulsivo, in amore predilige la conquista ed è generalmente compiaciuto dalle novità; il nativo del primo segno è un amante ardente e istintivo, il suo approccio è determinato da un atteggiamento focoso, che lo spinge ad esprimere in modo impetuoso la sua passionalità; con un Ariete “puro” non ci si possono attendere lunghi preamboli e interminabili preliminari o una particolare premura verso i desideri del partner, l’Ariete va diritto al sodo e anche con una certa impazienza; dopodiché, in accordo con la sua componente eroica, un po’infantile, vi abbandonerà per cimentarsi in una nuova impresa nella quale convogliare la sua dirompente carica energetica. Non sarà il più sensibile e delicato degli amanti ma nel momento del coinvolgimento di certo non si risparmia, anzi anche nel contesto erotico sa esprimere al massimo la sua proverbiale generosità.

Il TORO, segno di Terra, governato da Venere è al primo posto nella classifica del segno più sensuale dello zodiaco. I segni di Terra in generale, e il primo di essi in modo particolare, sono fortemente connessi con la componente sensoriale, oltre che con i ritmi della natura, il che li induce ad esprimere la fisicità in modo primitivo, intenso e dirompente. Il Toro è sintonizzato sul canale della seduzione e sa corrispondere ai desideri del partner attraverso tutti e cinque i sensi, con particolare riguardo a quello del gusto; soprattutto nel caso di un soggetto maschile il secondo segno si contraddistingue per prestanza e forza fisica. Il partner del Toro è generalmente fedele e costante, ma può eccedere in quanto a gelosia e possessività.

Il GEMELLI, primo segno d’aria, governato da Mercurio, sperimenta il piacere attraverso la mente, è un amante “sempreverde”, curioso, spregiudicato, originale e fantasioso, la sua seduttività si esprime attraverso la sfera intellettuale vivacizzandola con una ricca profusione verbale. La fedeltà non è di certo la sua principale prerogativa, in quanto il soggetto mercuriale predilige la varietà alla profondità dell’esperienza. Il tenore del coinvolgimento può risentire dell’insicurezza fondamentale del terzo segno, che spesso ricerca la stabilità di cui è carente nel partner. E’ un amante interessante, spontaneo, allegro, nonché tendenzialmente eclettico.

Il CANCRO, primo segno “acquatico”, governato dalla Luna, sperimenta il piacere attraverso il canale emotivo; è un amante sensibile, intuitivo e premuroso; inizialmente timido e riservato, si lascia andare quando comincia a nutrire fiducia nel suo compagno o nella sua compagna, è molto affettuoso, generoso e attento a compiacere il partner, a cui richiede amore e protezione e nei confronti del quale tende a sviluppare un attaccamento profondo. La sua principale fonte di piacere risiede nel creare insieme a chi ama una speciale condizione di intimità. Il Cancro ha bisogno di essere rassicurato e tende a sviluppare una certa dipendenza da chi ama; come il soggetto maschile del quarto segno ricerca una forma di nutrimento materno nella compagna, così la donna del Cancro tende spesso ad accudire. La possessività e l’insicurezza di questo segno sono ben controbilanciate dall’amorevole sensibilità della sua natura.

Il LEONE, governato dal Sole, che detiene il primato dell’egocentrismo, trae piacere dall’essere amato, stimato e considerato. In amore esprime qualità analoghe agli altri segni di Fuoco: è attraente, sensuale, focoso, appassionato, gioioso, creativo e volitivo. La relazione rappresenta per il nativo del quinto segno un’occasione di conferma della propria immagine personale, dunque la sua attenzione non sarà sempre diretta in maniera univoca verso lo stesso soggetto. L’alto concetto che ha di sé conferisce al Leone la convinzione, non del tutto infondata, di essere irresistibile (infatti ignorarlo è la strategia vincente per conquistarlo), accompagnata non di rado dall’idea di poter dominare il partner. Attratto dalle personalità originali e frizzanti, il Leone adora la conquista e, una volta catturata la sua preda, necessita di sentirsi libero all’interno della coppia.

La VERGINE, segno di Terra, governato da Mercurio, ha la reputazione di essere poco incline alle gioie del talamo, in quanto associato alla pulizia, alla sobrietà, al pudore, alla compostezza, al perfezionismo e alla moralità. Chi è nato nel sesto segno è molto sensibile e attento all’altra persona, nei confronti della quale tende a essere servizievole e premuroso. Data la sua natura legata ai dati concreti della realtà, il nativo della Vergine è attratto da chi – come l’opposto segno dei Pesci – vive in un mondo artificiale, irreale o fugge dal reale, interpretando sovente nei confronti di quest’ultimo il ruolo del “salvatore”.

La BILANCIA è segno d’Aria, associato sia alla bellezza, che all’unione e al matrimonio; data la sua tendenza a riflettersi nell’altro, il nativo del settimo segno attribuisce notevole importanza al partner e alla coppia. Il bilancino, governato da Venere, è sensibile, gentile, romantico e dotato di notevole senso estetico, è inoltre appassionato, sensuale e particolarmente attento ai desideri dell’altro. La Bilancia ricerca un partner forte in cui rispecchiarsi e attraverso le cui qualità energetiche e vitali bilanciare la sua natura fondamentalmente fragile e insicura e trovare un suo senso di identità, alle volte un pòcarente.

Lo SCORPIONE, segno d’Acqua, governato da Plutone, gode della reputazione dell’amante più appassionato dello zodiaco. Il nativo dell’ottavo segno è infatti caratterizzato da un natura spiccatamente penetrante, sensuale e seduttiva: per lo Scorpione il sesso funge sovente da tramite per trovare conferma del proprio io. Generalmente egocentrico, lo Scorpione sfodera nei confronti del partner il suo potente magnetismo che nasconde un bisogno più o meno conscio di dominare l’altro. Possessività, gelosia e comportamenti ossessivi sono tra gli atteggiamenti negativi nei quali può incorrere il nativo di questo segno, che, se da un lato è un amante impareggiabile, dall’altro risulta essere molto tormentato, a causa della sua necessità di passare attraverso fasi di morte e rinascita per ritrovarsi e sentirsi vivo: un’esigenza che lo induce a mettere di continuo alla prova se stesso e il partner.

Il SAGITTARIO, ultimo segno di Fuoco, incarna buona parte delle caratteristiche che erano proprie di Giove, il mitologico re degli dei corrispondente al suo pianeta governatore: il nativo del nono segno trae piacere dall’avventura. Qualsiasi forma di espressione, per essere assaporata dal Sagittario, deve potersi manifestare nella più assoluta libertà, motivo per cui il nativo di questo segno è fondamentalmente refrattario ai legami. E’ un amante non sempre fedele, né eccessivamente solerte nel soddisfare i bisogni del partner, che peraltro tende a idealizzare, ma sa essere romantico, appassionato, entusiasta, istintivo, sincero, spontaneo e generoso; anch’egli, al pari degli altri segni di Fuoco apprezza la conquista e specialmente il carattere avventuroso delle situazioni; essendo amante della natura, l’ambiente naturale, meglio se esotico, rappresenta il contesto ideale per stimolare il suo coinvolgimento a livello amoroso.

Il CAPRICORNO, segno di Terra, governato da Saturno, trae piacere nell’esercitare controllo e nell’affermare una struttura. Apparentemente sobrio, freddo e controllato, il nativo del decimo segno, nel quale ha sede l’esaltazione di Marte, risulta invece un amante sensuale e passionale al punto che, secondo alcuni, riesce a tenere testa per qualità amatorie al segno dello Scorpione, con il quale condivide la tendenza a non far trapelare sentimenti ed emozioni. Il Capricorno sa essere un compagno solido, fedele e affidabile, che ricerca nel partner la sensibilità, l’affetto e l’emotività che egli stesso fatica ad esprimere. E’ sensibile alle esigenze del partner nella misura in cui la sessualità funge per lui da garanzia alla conservazione del legame amoroso.

L’ACQUARIO, ultimo segno d’Aria, governato da Urano, trae piacere dalla sperimentazione e dall’entrare in contatto con situazioni nuove. Il nativo dell’undicesimo segno, che vive la sessualità soprattutto sul piano mentale, è un amante allegro, curioso, originale, imprevedibile e tendenzialmente trasgressivo, in quanto particolarmente incline a provare nuove emozioni, anche fuori dagli schemi dell’amore tradizionale. L’Acquario prova attrazione per chi è in grado di esprimere una personalità forte poiché lo aiuta a bilanciare la sua identità non pienamente strutturata.

I PESCI detengono il primato dei soggetti più romantici e sensibili di tutto lo zodiaco, si potrebbe affermare che il nativo dei Pesci sia “innamorato dell’amore”: il “mare” dei sentimenti infatti è l’elemento nel quale “sguazza” con maggior naturalezza. Governato da Nettuno, il nativo del dodicesimo segno non concepisce l’esistenza di confini all’espressione in generale, né tantomeno a quella amorosa. Essendo il più altruista tra i segni, talvolta il nativo dei Pesci è talmente concentrato nel compiacere l’altro da rischiare di perdere se stesso, fino a porsi in uno stato di tale subalternità da interpretare il ruolo della vittima. Il Pesci è un amante intrigante, affascinante, attento, premuroso, affettuoso, pieno di fantasia, molto sognatore e non sempre fedele. Ha bisogno di un partner solido e ben ancorato alla realtà, capace di controbilanciare la sua natura sognante e di dare un senso di ordine alle fantasiose fluttuazioni del suo caleidoscopico mondo interiore.